La ricerca di mercato, focalizzata sull’analisi dei comportamenti espressi e dei processi decisionali  dei consumatori in un’economia di mercato, e sulla definizione della struttura di un mercato, rappresenta uno strumento essenziale per chi, all’interno di un’azienda debba prendere decisioni di marketing.

Grazie alla nostra partnership con Déndron Marketing siamo in grado di ottenere opinioni da 250,000 persone in Italia e da 10 milioni di persone in 60 paesi. I panelisti ospitati sulla piattaforma HUB di Cint vanno dal generico consumatore a un pubblico di nicchia, permettendo di arrivare a target altamente mirati anche nell’ambito B2B. Come per esempio: assistenza sanitaria e professionisti legali, decisori aziendali, operatori di marketing, giocatori, coppie senza figli, studenti, mamme di bambini, genitori, insegnanti, chi viaggia spesso, i proprietari di auto, i fumatori e molto altro ancora.

Le funzioni che l’analisi qualitativa assolve sono di tipo:

  • Propedeutico alla ricerca quantitativa, per focalizzare tematiche da inserire nella fase estensiva del questionario
  • Esplorativo per ottenere informazioni di carattere emotivo/affettivo nei confronti di prodotti/marche
  • Creativo per coadiuvare le imprese nella scelta dei nomi di marche o prodotti
  • Diagnostiche se destinate ad approfondire particolari tematiche di mercato

Distinguiamo inoltre le ricerche di mercato in:

La ricerca esplorativa è volta a chiarire la natura di un problema, ad acquisire maggiore comprensione di una situazione, a fornire indicazioni per indagini future; Avvengono tramite focus group, interviste in profondità, l’osservazione partecipata.

La ricerca descrittiva ha come scopo la definizione della struttura competitiva di un mercato / segmento, oppure la descrizione del comportamento di organizzazioni o gruppi di consumatori. L’informazione è trattata in modo quantitativo.

La ricerca causale ha lo scopo di definire connessioni causa-effetto tra più variabili, la loro natura e caratteristiche come la direzione e l’intensità. Anche qui, l’informazione è trattata in modo quantitativo, ricercando le variabili causali che spiegano il comportamento di altre variabili.